ING Challenge winners stories: HNext

ING Challenge winners stories: HNext

1) Come sei venuto a conoscenza dell’ING Challenge?

È vero che negli ultimi anni attorno alle start-up si è concentrata molta attenzione, ma è altrettanto vero che se c’è qualcuno che da sempre si occupa delle “nuove idee” questi qualcuno sono certamente H-Farm e ING. Da professionisti prima e da startupper adesso siamo sempre alla ricerca di innovazione e belle storie di impresa e naturalmente seguiamo molto attentamente entrambi.

2) Raccontaci come ti è venuta l’idea che hai deciso di presentare 

Per lavoro viaggiamo molto, in italia e all’estero, e come tutti ci accorgiamo della differenza tra esperienza digitale e “reale”: i viaggiatori si ispirano, organizzano, acquistano e condividono i propri viaggi online tramite OTA e Metasearch (80%, 20% da mobile). Quando arrivano a destinazione però vengono “abbandonati” proprio sul canale su sono stati ingaggiati, quello digitale e mobile (peccato perché in vacanza spendiamo il 30% del tempo su smartphone e tablet). Da questo vuoto nasce una grande opportunità: riattivare la relazione hotel-ospite su mobile per migliorare il servizio e ottimizzare i profitti (upselling e crossselling).

HotelNext fa proprio questo, innova i servizi e i prodotti delle strutture ricettive rendendoli acquistabili in mobilità, h24, in qualsiasi lingua del mondo, trasformando l’Hotel in un Hub di prodotti ed esperienze ad alto tasso di qualità e 100% locali.

3) Da chi è composto il team, che background avete?

HNext nasce all’intersezione di due mondi, quello di Jacopo Lotti, imprenditore nel settore alberghiero e quello della comunicazione digitale di Lorenzo Bertini, direttore creativo con una forte esperienza in digital e mobile. Pur essendo due mondi molto distanti abbiamo molti argomenti in comune: guardiamo sempre il mondo con gli occhi dell’utente, crediamo profondamente nella importanza delle esperienze che si vivono con un Brand e amiamo sperimentare soluzioni innovative.

4) Quali fasi di sviluppo prevedi per fare crescere la tua idea?

HotelNext nasce da una idea molto precisa ma fin dall’inizio è un progetto a cui lasciamo molta libertà, e nonostante abbia solo 6 mesi ha già fatto molta strada anche in direzioni che all’inizio non avremmo mai immaginato. Nel prossimo futuro concluderemo la fase uno: l’uscita dal beta-test con il click-off delle App iOs e Android, l’avvio della rete commerciale e della promozione. Per la seconda fase invece abbiamo molte sorprese e novità e, per finalizzare il progetto tante opportunità da valutare anche assieme ad alcuni partner potenziali. Vedremo se farlo con le nostre forze o rivolgerci all’attenzione di capitali esterni. Quello che possiamo anticipare è che HotelNext parlerà molte lingue e offrirà un modello di marketplace mobile molto particolare.

5) Qual è stata la cosa più importante che hai imparato dal feedback della giuria e dall’esperienza ING Challenge?

Partecipare a eventi come ING Challenge è una opportunità imperdibile per la qualità dei professionisti che vi partecipano e per l’energia che passa tra le persone. Più che un pitch viviamo questi eventi come un brain storming in cui si condividono idee, si contaminano le visioni in una atmosfera di grande apertura e collaborazione. Il vero premio della serata è stato proprio poter parlare con i membri della giuria. Dopo mesi di lavoro con un focus strettissimo sul progetto è stato bellissimo liberare HotelNext in mezzo a professionisti di quel livello e vederlo testare dalle domande, dai commenti e dai suggerimenti di osservatori come TravelAppeal e H-Farm.