TERZA TAPPA A REGGIO CALABRIA, UN SUCCESSO!

TERZA TAPPA A REGGIO CALABRIA, UN SUCCESSO!

Si è svolta il 17 maggio, in una soleggiata Reggio Calabria, la terza tappa del tour di ING Challenge, ospitata dal Contamination Lab dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria.
L’argomento trattato in questa occasione è stato Smart City, con un particolare approfondimento sul tema dello sviluppo e valorizzazione del territorio.

A presentare l’evento, illustrando l’obiettivo di queste serie di incontri tra ING Bank e H-FARM con le università italiane, sono stati la dott.ssa Silvia Bagiolo (Brand development e CSR manager di ING BANK) ed Alessandro Sartorelli (Business Analyst in H-FARM).

Claudio de Capua (Pro-Rettore e Responsabile del Trasferimento Tecnologico dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria) ha dato il benvenuto ai partecipanti, presentando il Contamination Lab e ripercorrendo il percorso che li ha portati a vincere il bando del Ministero per aprire in via sperimentale uno dei quattro CLab (gli altri atenei sono quelli di Catania, Cosenza e Napoli).
A seguire, l’intervento di Alfredo Sguglio (Centro Studi Smart City) che ha brevemente spiegato come, nelle smart cities del futuro, la popolazione dovrà essere sempre più integrata, connessa, ma anche inclusa e accudita.

Successivamente è stato dato spazio a tre aziende che hanno portato la propria testimonianza:
Gianpaolo Masciari e Maurizio Tassone hanno presentato Calabreasy, la Travel Guide della Calabria, che fornisce tutte le informazioni sui i luoghi di interesse e l’assistenza di una guida turistica personale nel palmo della mano; Marco Bellocco di marcoedavide.com ha parlato della sua società, che si fonda sui colori della tradizione familiare coniugati con le esigenze di innovazione e funzionalità del gusto contemporaneo, creando accessori di qualità realizzati con materiali come il tessuto di legno, il tessuto di sughero, la buccia di bergamotto ed altri materiali pregiati come il bisso di misto lino, la seta e il cashmere. A chiudere questa prima parte dedicata alle startup experience è stato Andrea Cattabriga, che ha presentato il suo progetto slow/d, la prima piattaforma di matching tra designer e aziende per creare prodotti a Km Zero, innovativi, sostenibili.

A conclusione dell’evento, l’ormai consueto ed atteso contest The Challenge che ha visto scontrarsi, a suon di pitch, le seguenti 5 startup:

–    it’s on you, una piattaforma creata per tutte le persone che vogliono restare in contatto con i propri amici on-live e non solo on-line, attraverso una nuova forma di interazione virtuale;
–    i reciclini, startup il cui obiettivo è quello di promuovere la diffusione nel mercato del design post-moderno dei Riciclini: piccoli personaggi di fantasia che nascono riadattando, trasformando e assemblando oggetti di uso quotidiano, fabbricati, venduti e vissuti, che hanno esaurito il loro compito, recuperati negli scarti quotidiani.
–    Biorfarm, permette di adottare per un’intera stagione, da uno degli agricoltori biologici italiani presenti nella comunità calabrese, un albero grazie al quale si potrà vivere l’esperienza di diventare un Agricoltore 2.0. Tramite il proprio account personale si potrà comunicare con l’agricoltore che si prenderà cura del vostro albero, occupandosi della crescita e inviando aggiornamenti sul raccolto;
–    M.A.D.E., è un nuovo concetto di temporary Space: un format Architettonico-Modulare, replicabile in diverse forme e dimensioni, posizionabile ed adattabile in contesti differenti.
–    coltiva il tuo cibo, si tratta di una web app che permette di ridurre il gap tra coltivatore e consumatore, portando ad una vendita più mirata di prodotti naturali e abbassandone i costi.

A vincere questa terza tappa, conquistandosi così la possibilità di partecipare ai due giorni di Bootcamp presso H-FARM per approfondire le proprie competenze ed aumentare il proprio network, è stato Osvaldo De Falco, rappresentante della startup Biorfarm.

Anche questa terza tappa si è conclusa positivamente, vi diamo appuntamento alla prossima.