ING CHALLENGE WINNERS STORIES: Teachat

ING CHALLENGE WINNERS STORIES: Teachat

1) Come sei venuto a conoscenza dell’ING Challenge?

Siamo venuti a conoscenza di ING Challenge tramite invito via mail da parte di H-Farm.

 2) Qual è il progetto che hai presentato e com’è nata l’idea?

 Teachat è una piattaforma web mobile dove tutor e studenti possono fare formazione via chat, direttamente dal proprio smartphone, tablet o pc.

Lo studente che ha un dubbio può entrare in Teachat e fare una richiesta: il sistema lo metterà immediatamente in contatto con il miglior tutor disponibile in quel momento.

Gli aspetti innovativi sono l’utilizzo della chat, canale di comunicazione più utilizzato oggi dai ragazzi per comunicare tra di loro e l’immediatezza con cui il sistema riesce a mettere in contatto studenti e tutor: nessun appuntamento da fissare e nessuno spostamento. Il servizio sarà disponibile 24/7 per permettere agli utenti di fare e ricevere formazione in ogni momento.

In questo modo si supera il concetto tradizionale di “ora di ripetizione”: lo studente è libero di utilizzare l’app quando vuole e per il tempo che ritiene necessario per la sua formazione, da 5 minuti per un dubbio momentaneo a qualche ora per questioni che richiedono più tempo.

Come capita tante volte, l’idea è nata dalle nostre esperienze. Entrambi siamo da anni tutor di ripetizioni e diverse volte è capitato che i ragazzi ci scrivessero in chat per avere chiarimenti durante lo studio. Così un giorno ci siamo chiesti: “ma perché non iniziare a fare lezione via chat in modo da essere più veloci e quasi sempre reperibili?”. Da quel momento abbiamo iniziato ad analizzare il mercato e abbiamo deciso che volevamo diventare il “Whatsapp delle ripetizioni”. Ed ora eccoci qua!

 3) Da chi è composto il team, che background avete?

Il team di Teachat è attualmente composto da due founder che si dedicano full time al progetto: Daniele Lama che si occupa della parte economico-finanziaria e delle relazioni esterne e Marco Rosetti che si occupa della parte di sviluppo tecnico.

Daniele Lama. Classe ’88, vive a Faenza ed ha conseguito nel 2013 la Laurea Magistrale in Economia e Gestione Aziendale – Management e Marketing all’Università di Bologna con tesi di Laurea approvata dalla Casa Editrice Franco Angeli per la pubblicazione di un articolo sulla rivista Mercati e Competitività. Ha lavorato per 5 anni come impiegato presso un’agenzia assicurativa di Faenza. Fin da piccolo ha sempre svolto attività di volontariato a favore di un’Associazione di promozione sociale che rievoca il periodo rinascimentale del Palio del Niballo di Faenza. Al di fuori del volontariato i principali interessi sono la fotografia e i viaggi. Da diversi anni impartisce ripetizioni scolastiche a ragazzi di scuole medie e superiori sia come aiuto compiti sia come tutor di materie specifiche.

Marco Rosetti. Classe ’83, laureato con il massimo dei voti in ing. informatica specialistica nel 2009. Ha esperienza pluriennale nello sviluppo software sia in ambito desktop che mobile. Ha competenze approfondite su molti linguaggi di programmazione  e sulla gestione dell’intero iter di un progetto software. Ha lavorato come sviluppatore e project manager per Noemalife SPA fino al 2013 e fino al 2015 come responsabile di produzione per un’azienda forlivese che si occupa di gestionali documentali e, parallelamente, porta avanti lo sviluppo di applicazioni mobile di sua invenzione: Zone Diet (Android e iOS), Beach Tennis Planet (iOS).

4) Tu e il tuo team come pensate di portare avanti il progetto? Avete già qualche contatto?

Attualmente collaboriamo, tra gli altri, con un’esperta di Web Marketing per la parte di Social, un professore di grafica e fotografia per UI, UX e comunicazione e con un docente esperto in nuove tecniche di insegnamento e nativi digitali che ci aiuta a creare delle linee guida da trasmettere ai tutor per ottenere un servizio di formazione in chat più efficiente.

Siamo alla ricerca di finanziamenti e di persone per poter far crescere il progetto: abbiamo tante idee, ci servono tempo e risorse per realizzarle.

Teachat sarà disponibile ufficialmente ad inizio 2017 ma ci si può già iscrivere tramite il sito http://www.teachat.it/ per avere la possibilità di partecipare gratuitamente ai beta test e rimanere sempre aggiornati su tutte le novità.

5) Come consideri l’esperienza a ING Challenge?

 ING Challenge è stata senza dubbio un’esperienza per noi molto positiva che ci ha permesso, in primo luogo di entrare in contatto con grandi realtà come H-Farm e ING Direct Bank e, in secondo luogo, ci ha dato la possibilità di metterci in gioco con il nostro progetto in una competition dedicata proprio alla smart education. La vittoria di ING Challenge ci rende molto orgogliosi e ci dimostra che stiamo percorrendo la strada giusta.