SI PARLA DI SMART EDUCATION ALLA QUARTA TAPPA DI ING CHALLENGE

SI PARLA DI SMART EDUCATION ALLA QUARTA TAPPA DI ING CHALLENGE

Dopo la pausa estiva, è ripartito con entusiasmo il tour di ING Challenge, facendo tappa il 28 settembre alla Fondazione Golinelli di Bologna. Tema di questo quarto appuntamento è stato Smart Education, ovvero rinnovamento nell’insegnamento attraverso strumenti che sfruttino le nuove tecnologie e l’innovazione digitale, rendendo più semplice l’apprendimento per tutte le fasce di età.

A dare il consueto benvenuto ai tantissimi appassionati e ai ragazzi della fondazione Golinelli presenti in sala sono stati: Sergio Rossi (Head of Marketing & Customer Centricity) e Silvia Bagiolo (Brand development e CSR manager) di ING DIRECT che, dopo un breve accenno al progetto ING Challenge, hanno raccontato le iniziative che da anni ING Direct sta portando avanti per la digitalizzazione delle scuole. Uno dei progetti realizzati è stato “Coltiva il tuo Sogno”.

Terminata la presentazione, la parola è passata a Giulio Bonanome e Elena Crudo, che seguono il nuovo programma educativo di H-FARM. A loro il compito di raccontare lo scenario e le evoluzioni in ambito education, nello specifico le nuove tecniche digitali di insegnamento e i modelli da seguire, sia per gli inseganti che per gli alunni, che sempre di più devono creare un nuovo metodo di insegnamento più partecipativo e meno frontale.

A moderare questa tappa bolognese, è stato Lorenzo Micheli, collaboratore del Capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che oltre a presentare gli speaker della giornata, ha spiegato come e con che attuative il Ministero stia cercando di migliorare il mondo dell’education.

La sessione dedicata alla Startup Experience è stata molto interessante, tre le startup che hanno raccontato i loro progetti: You Class Me, presentata da Matteo Giangaspero e Alessandro Borrello (Ceo), app che in modo semplice e gratuito permette agli utenti di imparare quello che più li appassiona, mettendoli in contatto diretto con l’insegnante più vicino; RESEt (Reserch Education Svalbard Experience) del Liceo Fabio Filzi di Rovereto, è un’iniziativa nata da un’idea di Matteo Cattadori (insegnante di scienze) che ha reinterpretato la classica gita scolastica. Come? Responsabilizzando e rendendo autonomi gli studenti del suo Liceo che, per permettersi il viaggio alle isole Svalbard, si sono dovuti occupare della ricerca di fondi e sponsor per finanziarsi.

A concludere la sezione experience, Lucrezia Bisignani, Co-Founder e CEO di Kukua che oltre a raccontare la loro esperienza socio-educativa, volta all’utilizzo di tecnologie mobile contro l’analfabetizzazione nelle zone più povere del mondo, ha anche dato dei preziosi consigli ai ragazzi in sala.

L’evento si è concluso, come di consueto, con il contest “the Challenge”.

A sfidarsi sono stati:

  • laclassecreativa, un progetto di CSM College nato con l’obiettivo di sviluppare la creatività dei ragazzi delle scuole primarie e secondarie superiori, mirando a superare le barriere relazionali e ad incentivare la collaborazione e l’interculturalità.
  • Aureoo, app che permette di scoprire le connessioni tra libri e video, musica e pagine web, permettendo ai lettori con interessi affini, di interagire tra loro, espandendo i propri orizzonti culturali;
  • Smarthink, possiede una competenza specifica nell’utilizzo di nuove tecnologie dell’educazione. I suoi principali gruppi target sono adulti, insegnanti e professionisti, che vogliono apprendere online.
  • coding circus, sono eventi e corsi organizzati per aiutare bambini e ragazzi, dai 7 ai 29 anni, ad acquisire competenze certificate sul Pensiero Computazionale. Il modo più efficace per avvicinarsi al Pensiero Computazionale è esplorando la programmazione di computer e progettando circuiti elettronici interattivi.
  • Teachat, applicazione che permette agli studenti di chiedere aiuto durante lo studio a tutor specializzati, in base alla materia di interesse.

La startup vincitrice di questa tappa, che si è guadagnata la possibilità di partecipare ai due giorni di Bootcamp presso H-FARM, è stata quella di Teachat, rappresentata da uno dei due fondatori, Daniele.

Siamo veramente felici del successo che ha avuto questa tappa bolognese del tour di ING Challenge e vi aspettiamo numerosi alla prossima, il 10 novembre alle ore 17:30, presso il Talent Garden Campus di Calabiana a Milano.